per una società senza più classi, guerra e sfruttamento

agosto 29th, 2014 at 16:51

Due comunicati del Fplp sulla Resistenza palestinese a Gaza

pflp rally

 

LE BRIGATE ABU ALI MUSTAFA RESISTONO ALL’OCCUPANTE E RISPONDONO ALL’ASSASSINIO DEI COMPAGNI

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ed il suo braccio armato, le Brigate Abu Ali Mustafa, salutano e piangono con rabbia ed orgoglio i loro compagni martiri Mahmoud Abbas, Abu Osama Omreen e Abdul Rahman Hadayed uccisi lo scorso sabato 23 agosto durante i brutali assalti dalle forze di occupazione alla nostra gente.  Leggi »

Tag:, , , , ,
agosto 5th, 2014 at 20:52

A GAZA SI COMBATTE LA BATTAGLIA DEGLI SFRUTTATI E DEGLI OPPRESSI DI TUTTO IL MONDO!

Riceviamo e pubblichiamo un contributo del Collettivo Tazebao per la propaganda comunista sulla Palestina e lo scontro tra imperialismo e popoli oppressi.

La sanguinosa aggressione in corso a Gaza dimostra pienamente la natura genocida del regime sionista, avamposto fondamentale del campo imperialista a guida Usa nell’area mediorientale. Il regime sionista, fondato e perpetuatosi sul razzismo e la pulizia etnica, sta conducendo ancora una volta una guerra dispiegata contro l’intero popolo palestinese, volta a piegarne l’eroica Resistenza.  Leggi »

luglio 31st, 2014 at 13:51

Solidarietà ai compagni denunciati durante un presidio sotto al carcere di Padova!

IMAG0600Riceviamo e inoltriamo il comunicato di solidarietà scritto dalle compagne di Scatenati sulle denunce arrivate in questi giorni a Padova

Con l’ondata di mobilitazioni dentro alle carceri che da un anno si sta facendo sentire, la repressione non ha tardato a colpire il movimento  solidale all’esterno che, nel corso di questi mesi, è stato al fianco dei prigionieri in lotta. A Padova, sono arrivate sei denunce dopo il  presidio che si svolse lo scorso 18 aprile presso la casa circondariale  Due Palazzi. Leggi »

Tag:, ,
luglio 25th, 2014 at 17:35

APPELLO: per una giornata di mobilitazione nazionale contro l’aggressione militare e l’assedio di Gaza

Pubblichiamo e rilanciamo l’appello alla mobilitazione del Fronte Palestina per la data del 26 luglio contro l’aggressione sionista.
L’esercito israeliano sta consumando l’ennesima aggressione contro i palestinesi presenti in tutto il territorio della Palestina storica e contro la Resistenza all’occupazione. Sono centinaia i morti, migliaia i feriti, gli arrestati e i torturati, tra cui donne e bambini, con la sola “colpa” di essere palestinesi, di essere nati e, soprattutto, di vivere in Palestina. Raccolti agricoli, abitazioni, attività commerciali, luoghi di culto, scuole, ospedali e decine di altre strutture distrutte!

I sionisti, grazie al sostegno economico, politico, scientifico e militare dei governi imperialisti occidentali e di quelli servili arabi, dei mezzi d’informazione e dell’ideologia padronale egemone in occidente, possono portare avanti il loro piano di colonizzazione e pulizia etnica dei nativi di quella terra, ogni dannato giorno, senza alcuna tregua.

Anche lo Stato italiano gioca un ruolo determinante in questo saccheggio di vite e di giustizia: le relazioni tra i due governi perseverano e sono sempre più salde – l’Italia è il quarto partner commerciale mondiale di Israele e il primo fornitore dell’UE di armi e sistemi bellici. L’Expo 2015 rappresenta solo una tappa di tale processo, in cui lo Stato terrorista di Israele tenterà di dare un’immagine di sé di paese “normale”, mentre resta uno Stato coloniale, fascista, sanguinario e criminale fondato sul razzismo.

Questi governi però non rappresentano i popoli, che si devono unire nella lotta contro l’oppressione e lo sfruttamento capitalista, comunque e ovunque si manifesti. Per questo chiamiamo all’appello coloro che si identificano nei valori dell’internazionalismo, dell’antimperialismo e dell’antifascismo affinché aderiscano e partecipino ad una giornata di mobilitazione nazionale indetta per sabato 26 luglio 2014, organizzando contestazioni contro gli obiettivi più simbolici di questa sciagurata collaborazione in tutti i luoghi possibili, facendo proprie queste parole d’ordine:

  • L’immediata cessazione degli accordi militari ed economici che collaborano col colonialismo sionista in Palestina.
  • La fine dell’aggressione militare e dell’assedio contro la popolazione di Gaza.
  • Sanzioni, boicottaggio e disinvestimento contro lo Stato israeliano per il rispetto degli inalienabili diritti dei palestinesi.
  • Pieno sostegno all’eroica Resistenza arabo-palestinese che fronteggia il progetto imperialista e sionista nella regione.
  • Morte al sionismo e all’imperialismo, libertà al popolo palestinese e a tutti i popoli oppressi!

FRONTE PALESTINA
www.frontepalestina.itfrontepalestina@autistici.org

Tag:,
  • EVENTI

    Non ci sono eventi in programma
  • Ciao compagno Alfredo!

  • LA BRECCIA N2